dog-car

Sanificazione auto: come fare

Per evitare il diffondersi del COVID-19 ci sono alcune precauzioni da applicare, in casa come in ufficio. Ma non solo: oggi vi spiegheremo come effettuare la sanificazione della propria auto. Una pratica, questa, spesso e volentieri sottovalutata.

Igienizzare e sanificare l’abitacolo della propria auto è infatti fondamentale per evitare la diffusione e il proliferare di virus e batteri, soprattutto se si usa l’auto per lavoro e se ci sale più di una persona.

 

Perché è importante sanificare

La sanificazione dell’auto è, come tante altre, una precauzione utile a contenere il contagio. Ma non è sufficiente lavarla o pulire lo sporco visibile, come magari avete già fatto tante altre volte. In questo caso è fondamentale igienizzare e sanificare a fondo la propria automobile. In questo momento, in cui ogni misura utile a rallentare il diffondersi della malattia è fondamentale, anche l’attenzione verso l’igiene dei mezzi di trasporto gioca un ruolo primario. Soprattutto nel caso dell’automobile, che può venire utilizzata da persone diverse. Dopo una prima sanificazione più approfondita, potrete poi procedere con periodiche igienizzazioni per assicurarvi un ambiente sempre salubre e confortevole.

 

Igienizzazione di cambio e volante

Prima di iniziare la sanificazione dell’auto, passate velocemente il panno su tutte le superfici in modo da eliminare la polvere e tutto lo sporco visibile presente. Una volta compiuta questa operazione potrete passare all’igienizzazione. Le zone da pulire con maggiore attenzione sono tutte quelle parti dell’auto che possano entrare direttamente in contatto con le mani o con il corpo.
Per prima cosa è importante igienizzare il cambio e il volante, e poi la portiera, il display del computer di bordo, la plancia o il blocco di avviamento. Non dimenticate nemmeno di pulire le maniglie esterne delle portiere, così come quelle interne. Il volante e la leva del cambio sono le parti dell’auto che vengono toccate più spesso da chi guida, quindi saranno anche le prime da sanificare a fondo. Per farlo utilizzate prodotti disinfettanti e, se possibile, nebulizzatori che spruzzino il prodotto in modo diffuso su tutte le superfici. A quel punto potrete rimuovere i residui dei prodotti utilizzando panni usa e getta. Sono più igienici degli altri e, una volta terminato il loro lavoro, possono essere buttati. Andrà bene anche un rotolo di carta assorbente.

 

Sanificazione dell’aria condizionata e dei bocchetti di areazione

A volte si tende a sottovalutarlo, ma uno dei punti dell’abitacolo in cui si annidano maggiormente germi e batteri, è l’impianto dell’aria condizionata della propria automobile. Infatti, nei condotti tendono a formarsi muffe e batteri difficili da eliminare, e che sono invece potenzialmente pericolosi perché i filtri del condizionatore li trattengono al loro interno e li mantengono in vita per diverso tempo. Per questo motivo, durante la vostra sanificazione dell’auto, vi consigliamo di cambiare il filtro dell’aria condizionata, se vecchio e sporco. A quel punto, potrete provvedere con la sanificazione. Una soluzione potrebbe essere la sanificazione a ozono, utile a pulire e igienizzare tutto l’impianto di climatizzazione del veicolo. L’operazione richiede l’intervento di tecnici specializzati in questo genere di trattamento.

La sanificazione sarà inoltre ideale sui sedili e la tappezzeria dell’auto. L’ozono ucciderà batteri, virus, muffe, insetti e funghi. Inoltre, eliminerà i cattivi odori, donando nuova vita alla vostra automobile.

Pulire i bocchettoni dei condotti di areazione della vostra auto con disinfettanti in modalità spray, più utili e pratici degli altri, vi permetterà di raggiungere anche punti più difficili. Per fare questa operazione accendete il climatizzatore al massimo e impostate il ricircolo dell’aria. Assicuratevi che le bocchette dell’aria siano aperte e poi pulite con la bomboletta apposita. Una volta che lo spruzzo si sarà esaurito, aprite le portiere e lasciate arieggiare l’abitacolo.

 

Quali prodotti usare

Vi consigliamo di utilizzare prodotti disinfettanti, meglio ancora se specifici per auto. In questo modo avrete la certezza di non rovinare plastiche, tessuti o altri materiali. Infatti, per ogni superficie sarebbe bene utilizzare il giusto prodotto. I rivestimenti in pelle, come ad esempio i sedili, necessitano di ulteriori cure e attenzioni. Infatti, prodotti non adeguati possono causare aloni o crepe nella pelle. Anche in questo caso, ricordate sempre di utilizzare prodotti specifici e non spruzzate mai direttamente il prodotto sui rivestimenti in pelle, ma prima sul panno.

Per il lavaggio della tappezzeria dell’auto potrete utilizzare anche i classici detergenti per la pulizia, assicurandovi che siano delicati sui tessuti, e poi adoperare disinfettanti antibatterici o trattamenti al vapore. Gran parte di questi detergenti sono a base di alcol, utilissimi per la loro capacità di rimuovere efficacemente i germi. Altri ancora contengono etanolo. Attenzione invece ad utilizzare prodotti con all’interno candeggina, a meno che non sia molto diluita. Sarà utile a eliminare germi e batteri, ma rischierete anche di rovinare plastiche o altre superficie interne della vostra auto.
Nel dubbio però vi consigliamo di rivolgervi a dei professionisti del pulito. Mettere a rischio la vostra auto non vale la pena, meglio sempre affidarsi all’esperienza e alla professionalità di chi sa perfettamente quali sono i prodotti migliori per la vostra situazione.

Oltre alla sanificazione è bene adottare anche alcune misure di sicurezza, come ad esempio lavare le mani e igienizzarle prima di entrare in auto. Anche igienizzare gli interni con frequenza e arieggiare l’abitacolo dopo che qualcuno è salito, può essere importante.

ferrari

Sedi

TORINO
Via Lamarmora, 31 – 10128 TO

MILANO
Via Morimondo, 36 – 20143 MI

Seguici su Facebook!


© 2020 SOGEI s.r.l.  Via Lamarmora, 31 - 10128 TO | P.IVA 09964940010 | REA   TO - 1095668 | Cookie Policy