bedroom-condizionatore

Sanificazione condizionatori: quando e come farla

Sanificare il proprio condizionatore è un’operazione importante se si desidera avere un impianto sicuro e respirare aria salubre al momento dell’accensione, sia in casa che in un ambiente di lavoro. Con l’emergenza sanitaria, la manutenzione e la pulizia del condizionatore diventano fondamentali. Oggi vi spiegheremo meglio come si effettua la sanificazione dei condizionatori, e quando farla per essere sicuri che offrano aria salubre e pulita.

 

A cosa serve la sanificazione

Sanificare un condizionatore ha diversi vantaggi. Innanzitutto gli allungherà la vita, perché il motore, se in perfette condizioni, si affaticherà meno. Poi, in seconda battuta, aiuterà il condizionatore a funzionare meglio. Infine, ultimo vantaggio ma non di certo per importanza: il vostro climatizzatore consumerà meno. Come tutti gli elettrodomestici che vengono utilizzati con una certa frequenza, anche il condizionatore ha bisogno di alcune piccole ma importanti attività di manutenzione.

Un condizionatore sanificato vi garantirà la salubrità e la pulizia dell’aria all’interno degli spazi climatizzati, migliorando le condizioni di vita e di lavoro, qualora il vostro condizionatore si trovi in ufficio. Inoltre, mantenere i filtri del condizionatore puliti limiterà la proliferazione di batteri e polveri, fastidiosi per chi ha allergie.

 

Come si pulisce il condizionatore

Innanzitutto, prima di fare qualunque attività di pulizia o sanificazione, spegnete il climatizzatore.

Il primo step riguarda la pulizia del motore esterno. Dal momento che è continuamente esposto a sole, polvere e intemperie, dovrà essere igienizzato a fondo. Il motore andrà spazzolato e poi lavato con un panno umido di sapone. Sulle grate potrete passare l’aspirapolvere, se sono otturate dalla polvere e dallo sporco, e poi utilizzare dello sgrassatore universale. Se il motore del vostro condizionatore è pulito vi garantirete una macchina efficiente e duratura nel tempo. Quindi munitevi di un panno in microfibra, di uno sgrassatore per rimuovere lo sporco e l’unto e pulite sia la parte interna che quella esterna del vostro condizionatore, togliendo lo sporco visibile.

La regola generale, che vale per la pulizia dei condizionatori, è: più viene utilizzato, più deve essere pulito. In linea di massima, in caso di uso intenso, sarà necessario pulire i filtri una volta al mese. Questa attività ha diversi vantaggi, infatti oltre a far funzionare meglio il vostro condizionatore, farà diminuire i consumi.

 

Come sanificare il condizionatore

La sanificazione del condizionatore si compone sostanzialmente di due passaggi: il lavaggio dei filtri e la pulizia degli erogatori. Entrambe devono essere svolte con attenzione e cura, per ottimizzare il funzionamento della macchina.

I filtri del condizionatore dovranno essere sempre puliti, se desiderate garantirvi aria pulita e fresca in casa vostra o in ufficio. I filtri del condizionatore sono infatti delle griglie in plastica, e per pulirle sarà necessario lavarle in acqua tiepida con del sapone neutro, come quello che utilizzate per i piatti. Una volta svolta questa operazione, asciugateli scrupolosamente prima con un panno e poi all’aria aperta, su un ripiano pulito. Non devono essere rimontati sulla macchina da umidi.

Virus e batteri potrebbero depositarsi anche all’interno delle canalizzazioni e sulle bocchette di emissione. Gli erogatori del condizionatore devono essere quindi puliti utilizzando gli appositi prodotti utilizzati per l’igienizzazione dei filtri. Anche la pulizia degli erogatori deve essere effettuata a macchina spenta, prima che vengano rimontati i filtri, che avrete già pulito. Prima di smontarli potrete erogare lo spray detergente all’interno dello split, dove si trova la batteria. In questo modo potrete pulire all’interno della macchina e, allo stesso tempo, rimuovere i residui di sporco sull’aletta. Una volta che avrete tenuto la macchina spenta per alcuni minuti, potrete riaccenderla, affinché il liquido scivoli sui filtri e nel resto della macchina, proseguendo nella sanificazione.

 

Quando effettuare la sanificazione

Se il condizionatore è quello di casa, potrebbe essere sufficiente sanificarlo una volta, prima dell’accensione stagionale. Lo stesso vale per quello dell’ufficio. Se il vostro è un condizionatore a pompa, che può anche riscaldare e deumidificare gli ambienti e non solo rinfrescare, è consigliato sanificarlo anche prima dell’inizio dell’autunno.

Per la sanificazione vi consigliamo di rivolgervi sempre a dei professionisti, che utilizzeranno i migliori prodotti, sicuri per voi e per la macchina. Inoltre, dal momento che spesso e volentieri i condizionatori si trovano in posizioni difficili da raggiungere, la presenza di un professionista vi garantirà che l’operazione venga eseguita in totale sicurezza.

 

SOGEI s.r.l. si occuperà della sanificazione di impianti di condizionamento, con pulizia e lavaggio dei filtri e sanificazione completa dell’apparato. Rimuoverà polvere e sporco che si depositano all’interno del condizionatore durante il normale utilizzo e l’aria tornerà ad essere di nuovo salubre. Se desiderate che professionisti del settore si occupino della pulizia e della sanificazione dei condizionatori in ambienti sia domestici che industriali, contattateci. Fisseremo un appuntamento e ci prenderemo cura del vostro condizionatore.

 

manutenzione condizionatori

Sedi

TORINO
Via Lamarmora, 31 – 10128 TO

MILANO
Via Morimondo, 36 – 20143 MI

Seguici su Facebook!


© 2020 SOGEI s.r.l.  Via Lamarmora, 31 - 10128 TO | P.IVA 09964940010 | REA   TO - 1095668 | Cookie Policy