machines-palestra

Sanificazione palestre e centri sportivi: tutto quello che c’è da sapere

In questo periodo di emergenza sanitaria, sanificare ambienti molto frequentati è fondamentale per combattere la diffusione del COVID-19. In particolare, lo è per ambienti come palestre e centri sportivi che, soltanto garantendo un alto grado di salubrità degli spazi, possono riprendere la normale attività professionale.

Infatti, per tutelare clienti e operatori di palestre e centri sportivi ci sono regole a cui attenersi. Distanziamento sociale e sanificazione degli spazi sono le parole chiave per garantire un ambiente sano e vivibile. E ognuno farà la propria parte: i clienti dovranno sanificare gli attrezzi dopo averli utilizzati, lavarsi spesso le mani o igienizzarle con i dispenser, gli istruttori dovranno indossare mascherine e potranno fornire assistenza a patto che mantengano i due metri di distanza. Infine, gli ambienti dovranno essere puliti e sanificati quotidianamente da personale specializzato. Oggi vedremo meglio e più nel dettaglio quali attività è necessario considerare nella sanificazione di palestre e centri sportivi.

 

Differenza tra pulizia e sanificazione

Pulizia e sanificazione non sono la stessa cosa. La pulizia riguarda quei procedimenti finalizzati alla rimozione dello sporco visibile dalle superfici, come polvere e sporcizia. Non ha niente a che fare però con l’annullamento della carica patogena di determinati microrganismi nocivi. Si tratta infatti di un’operazione necessaria e preliminare alle altre, più approfondite, che ne seguiranno.

La disinfezione invece è un processo che serve a rendere salubre un ambiente. Durante questa operazione verranno distrutti o resi inattivi gli agenti patogeni. La disinfezione agisce sulle superfici, tramite prodotti specifici ed è indispensabile per abbattere la carica patogena negli ambienti e sulle attrezzature.

Infine, c’è la sanificazione, che unisce entrambe le attività che abbiamo appena illustrato. Serve a rendere salubre un ambiente e a migliorare le condizioni di vivibilità nel suo complesso, incluso il microclima.

 

Sanificazione di palestre e centri sportivi

Se avete intenzione di sanificare una palestra o un centro sportivo potete decidere di procedere in autonomia, facendo sempre bene attenzione a leggere i protocolli, affinché il vostro lavoro non risulti inutile, oppure rivolgervi a dei professionisti, come noi di SOGEI s.r.l. Infatti, per sanificare correttamente una palestra occorre utilizzare i prodotti giusti e le migliori attrezzature che vi permettano di raggiungere anche gli angoli più difficili e garantiranno un ambiente completamente salubre e igienizzato, sia per gli operatori che ci dovranno lavorare all’interno, che per i clienti che lo frequenteranno.

I prodotti necessari ad eseguire una corretta igienizzazione sono quelli a presidio medico-chirurgico che, una volta abbinati a particolari tecnologie, potranno garantire risultati ottimali.

Prima sarà necessario procedere manualmente con la pulizia e poi passare all’impiego di tecnologie che possano garantire un trattamento antimicrobico, antivirale e disinfettante efficace, anche tramite l’uso di ozono. In questo modo potrete eliminare i rischi di contaminazione e, avvalendosi di una sanificazione tramite ozono, totalmente innocuo verso l’uomo, anche di eventuali allergie spesso dettate dall’uso di prodotti chimici.

Una volta che verrà effettuata una pulizia con acqua e detergenti comuni, facendo particolare attenzione alle superfici toccate più frequentemente, si passerà alla detersione con ipoclorito di sodio 0,1% o con etanolo al 70% come indicato dal Ministero della Salute.

 

A cosa fare attenzione

Nella sanificazione di ambienti come centri sportivi e palestre occorre dedicare le proprie energie alla distruzione di qualunque agente patogeno presente sulle superfici, sugli attrezzi ginnici e negli ambienti comuni come spogliatoi, docce e bagni. Ma non solo. Anche pavimenti, pareti, porte e maniglie, finestre, pesi e attrezzi o tappetini della sala wellness devono essere trattati con cura. Pesi, macchinari e manubri dovranno essere puliti e poi sanificati accuratamente, perché vengono utilizzati da numerose persone. Lo stesso vale per le panche, che dovranno essere igienizzate in profondità per eliminare la presenza di sudore e sostanze untuose tramite opportuni trattamenti. Negli ambienti comuni, come gli spogliatoi, occorrerà sanificare qualunque superficie, sia per eliminare il rischio di contagio da Coronavirus che per impedire la proliferazione di agenti patogeni che vivono e si moltiplicano in habitat umidi.

Se deciderete di sanificare una palestra o un centro sportivo avvalendovi di professionisti, questi ultimi emetteranno anche una certificazione con la data dell’intervento, e le varie fasi del trattamento.

 

Con quale frequenza occorre sanificare

Le palestre e i centri sportivi accolgono ogni giorno decine di ospiti diversi, che si riversano nelle strutture, tanto in inverno quanto in estate. Per questo motivo, la sanificazione di una palestra o un centro sportivo deve avvenire con periodicità regolare. Infatti più un luogo è frequentato da persone, maggiore è il suo potere contaminante. Il rischio di contagio è legato molto alla destinazione di utilizzo di un ambiente, nel caso di palestre e centri sportivi, queste procedure di pulizia, igienizzazione e sanificazione dovranno avvenire più spesso.

Uno degli errori più gravi che si possono commettere è proprio quello di sottovalutare l’importanza di queste operazioni, ripiegando su metodi più superficiali e meno efficaci.

Speriamo che questo articolo vi sia stato utile a capire cosa e come effettuare la sanificazione di palestre e centri sportivi. Se avete ancora qualche dubbio contattateci, per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento.

 

ragazza sanificazione

Sedi

TORINO
Via Lamarmora, 31 – 10128 TO

MILANO
Via Morimondo, 36 – 20143 MI

Seguici su Facebook!


© 2020 SOGEI s.r.l.  Via Lamarmora, 31 - 10128 TO | P.IVA 09964940010 | REA   TO - 1095668 | Cookie Policy